Statistiche dinamiche

Seleziona

Fonte: elaborazioni Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica su dati della rilevazione Istat del movimento dei clienti negli esercizi ricettivi.
Nota alla lettura dei dati:
-Nel grafico della stagionalità è riportato, per ogni anno, il valore della concentrazione delle presenze italiane e straniere nei 12 mesi. Tale indice (R di Gini) può assumere valori da 0 a 1; assume valore 0 quando le presenze sono ugualmente distribuite nei 12 mesi; assume valore 1 quando tutte le presenze di un anno sono concentrate in un solo mese.
-I dati 2019 sono al netto delle locazioni imprenditoriali e non; la loro raccolta è iniziata nel corso dell’anno, ma si è rivelata parziale e non omogenea sul territorio regionale.
________

Seleziona

Fonte: elaborazioni Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica su dati della rilevazione Istat del movimento dei clienti negli esercizi ricettivi.
Nota alla lettura dei dati:
-Nel grafico della stagionalità è riportato, per ogni anno, il valore della concentrazione delle presenze italiane e straniere nei 12 mesi. Tale indice (R di Gini) può assumere valori da 0 a 1; assume valore 0 quando le presenze sono ugualmente distribuite nei 12 mesi; assume valore 1 quando tutte le presenze di un anno sono concentrate in un solo mese.
-I dati 2019 sono al netto delle locazioni imprenditoriali e non; la loro raccolta è iniziata nel corso dell’anno, ma si è rivelata parziale e non omogenea sul territorio regionale.

Un messaggio di errore compare quando non esistono casi coi criteri di selezione scelti.
________

Seleziona

Fonte: elaborazioni Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica su dati della rilevazione Istat del movimento dei clienti negli esercizi ricettivi.
Nota alla lettura dei dati:
-Nel grafico della stagionalità è riportato, per ogni anno, il valore della concentrazione delle presenze italiane e straniere nei 12 mesi. Tale indice (R di Gini) può assumere valori da 0 a 1; assume valore 0 quando le presenze sono ugualmente distribuite nei 12 mesi; assume valore 1 quando tutte le presenze di un anno sono concentrate in un solo mese.
-I dati 2019 sono al netto delle locazioni imprenditoriali e non; la loro raccolta è iniziata nel corso dell’anno, ma si è rivelata parziale e non omogenea sul territorio regionale.

Un messaggio di errore compare quando non esistono casi coi criteri di selezione scelti.
________

Nota metodologica

Le serie storiche. Per serie storica si intende una successione di dati osservati, relativamente ad un determinato fenomeno (Y), e ordinati secondo la variabile tempo t (per t = 1, 2, …, N).
Nell’approccio classico all’analisi delle serie storiche, il valore di Y al tempo t (Yt) è considerato come il risultato della combinazione di più componenti Yt=f(Tt, Ct, St, et), dove:
  1. 'T' corrisponde al trend , ossia il movimento tendenziale monotono di fondo, di lungo periodo, che mette in evidenza una evoluzione strutturale del fenomeno, dovuta a cause che agiscono in modo sistematico sullo stesso;
  2. 'C' è il ciclo o quel movimento congiunturale originato dal presentarsi di condizioni più o meno favorevoli, di espansione e contrazione, del contesto economico nel quale si colloca il fenomeno in esame;
  3. 'S' è la stagionalità che da luogo alle oscillazioni originate da fattori climatici (alternanza delle stagioni) e/o di organizzazione sociale;
  4. 'E' è la componente accidentale (o componente di disturbo), che è data da movimenti irregolari, erratici o accidentali provocati da una serie di circostanze ciascuna di entità trascurabile.
Trend e ciclo sono stati considerati a formare un’unica componente.

Nel caso specifico del nostro lavoro:
  1. le serie storiche sono relative alle presenze mensili dei clienti negli esercizi ricettivi della Toscana, a partire dai dati del 2012;
  2. l’analisi si riferisce a 3 universi: 1) il totale dei clienti, distinti fra italiani e stranieri, 2) gli italiani, nel dettaglio delle regioni e 3) gli stranieri, suddivisi per paese di provenienza. Nel caso delle regioni italiane e dei paesi di provenienza estera, le serie sono state indicizzate, per permettere il confronto col dominio di riferimento (totale presenze italiane e totale presenze stranieri); la base dei numeri indice è costituita dalla media 2012 delle presenze mensili;
  3. ad integrazione del grafico sulla stagionalità, è calcolato il valore annuale della concentrazione delle presenze mensili. Tale indice, che corrisponde all’indice R di Gini, è computato secondo la seguente formula R= 2/n-1 Σi (pi-qi) , dove pi sono le frazioni cumulate degli i mesi e qi le presenze cumulate relative. L’indice assume valori compresi fra 0 e 1: è 0 quando le presenze sono ugualmente distribuite nei 12 mesi, assume valore 1 quando tutte le presenze di un anno sono concentrate in un mese;
  4. la scomposizione delle serie storiche è stata effettuata in ambiente R con la funzione stl(), specificando un valore di s.window =5, per la stima della stagionalità (più il valore imputato è piccolo più sono evidenti le oscillazioni della stagionalità, con conseguente lisciamento del trend).
________